ZONA 30: SERATA PER FRIEDRICH #2

immagine dello spettacolo
Sab, 28/11/2020 - 18:30
Sab, 28/11/2020 - 20:45
Con il sostegno di: 

 

letture sceniche da opere di Friedrich Dürrenmatt a 100 anni dalla nascita e a 30 anni dalla scomparsa
di e con Margherita Saltamacchia e Anahì Traversi
con la partecipazione di Ali Salvioni (percussioni)
produzione Teatro Sociale Bellinzona - Bellinzona Teatro, 2020
internet: www.teatrosociale.ch | www.anahitraversi.com

Serata per Friedrich #2: sabato 28 novembre 2020
"Il minotauro"

Prezzo Fr. 18.-

REPLICA SUPPLEMENTARE: SABATO 28 NOVEMBRE ORE 18.30

Friedrich Dürrenmatt è nato il 5 gennaio 1921 a Konolfingen ed è morto il 14 dicembre 1990 a Neuchâtel. In poche settimane a cavallo fra il 2020 e il 2021 si celebrano così due importanti anniversari: i 100 anni dalla nascita e i 30 anni dalla scomparsa di uno degli uomini di cultura più significativi che la Svizzera abbia mai espresso. L’occasione doveva essere colta per ricordarne l’opera. Lo avremmo fatto in collaborazione con la Biblioteca Cantonale di Bellinzona: assieme sotto il label "Dürrenmatt 30|100" avevamo ideato una serie di eventi per riflettere il carattere originale, poliedrico e attuale della scrittura di Dürrenmatt, con un’attenzione particolare per la sua produzione teatrale.
La situazione pandemica ci impone di rinviare a tempi migliori gran parte degli eventi previsti in "Dürrenmatt 30|100", fra cui gli spettacoli "La vedova Socrate" e "Die Panne" previsti fra novembre e dicembre al Teatro Sociale Bellinzona. Ma il doppio anniversario non poteva essere lasciato cadere del tutto. La rassegna "ZONA 30" è quindi l'occasione giusta per ricordare l'autore de "La visita della vecchia signora" attraverso due suoi testi forse meno rappresentati ma non per questo minori. Abbiamo affidato il progetto a due giovani attrici ticinesi, Margherita Saltamacchia e Anahì Traversi, che il pubblico negli ultimi anni ha cominciato a seguire e ad apprezzare. A loro abbiamo chiesto di inventare due serate per Friedrich, con delle letture sceniche che occupassero lo spazio-arena del Teatro Sociale in modo nuovo e sorprendente.
Con il racconto "Il minotauro" del 1985 proponiamo per la seconda "Serata per Friedrich" una delle ultime opere di Dürrenmatt. Il libro si basa sul mito del Minotauro. Il mostro è visto nella sua totale incoscienza e nella sua animalità, rinchiuso nel labirinto tra infiniti specchi e infinite illusioni di sé. L'unico rapporto che troverà con gli umani, lui che è il frutto della vergognosa commistione tra toro e donna, sarà solo d'inganno e morte. Per questa lettura scenica le attrici Margherita Saltamacchia e Anahì Traversi si avvalgono della collaborazione del percussionista bellinzonese Ali Salvioni, che vive e lavora a Zurigo.