La vedova Socrate

La vedova Socrate
Mer, 25/11/2020 - 20:45
Con il sostegno di: 

 BancaStato

di Franca Valeri, da “La morte di Socrate” di Friedrich Dürrenmatt
con Lella Costa
regia Stefania Bonfadelli
produzione Centro Teatrale Bresciano, 2020
internet www.mismaonda.eu

Prezzi: tariffa A
Acquista i biglietti

Spettacolo inserito nel programma tematico DÜRRENMATT 30|100
In collaborazione con la Biblioteca cantonale di Bellinzona

Un passaggio di testimone epocale fra due fedeli amiche del nostro teatro: Lella Costa raccoglie l’invito di Franca Valeri, grande matriarca del teatro italiano scomparsa da poco, a interpretare “La vedova Socrate”, il testo da lei scritto e interpretato la prima volta nel 2003. Un concentrato di ironia corrosiva e analisi sociale, rivendicazione disincantata e narrazione caustica. Liberamente ispirato a “La morte di Socrate” di Friedrich Dürrenmatt, il monologo è ambientato nella bottega di antiquariato e oggettistica di Santippe, la moglie del filosofo tramandata dagli storici come una delle donne più insopportabili dell’antichità. Nello spettacolo la donna si sfoga per tutto quello che le hanno fatto passare gli amici di Socrate come Aristofane, Alcibiade ma soprattutto Platone, il principale bersaglio polemico dello spettacolo. Neanche la vedovanza le toglie il diritto di emanare un giudizio onesto sul comportamento dei mariti. Non serve, dice, indagare sulla vera natura del proprio uomo, basta accettarlo cosi com'è da vivo e da morto; d'altronde, «la morte di un marito è un così grande dolore che nessuna donna ci rinuncerebbe».