Altamira 2042

Altamira 2042
Mer, 13/10/2021 - 20:45
Con il sostegno di: 

 

di e con Gabriela Carneiro da Cunha
regia Gabriela Carneiro Da Cunha e il fiume Xingu
montaggio video João Marcelo Iglesias, Rafael Frazão e Gabriela Carneiro Da Cunha
sound design Felipe Storino e Bruno Carneiro
costumi Carla Ferraz
installazione Carla Ferraz, Cabeção, Ciro Schou e Gabriela Carneiro da Cunha
programmazione Bruno Carneiro e Computadores Fazem Arte
creazione multimediale Rafael Frazão e Bruno Carneiro
lavoro sul corpo Paulo Mantuano e Mafalda Pequenino
produzione Corpo Rastreado e Aruac Filmes, 2019
internet www.corporastreado.com

Performance in lingua portoghese, con sopratitoli in italiano
Per la presenza di nudo in scena la visione dello spettacolo è riservata ad un pubblico di almeno 16 anni di età
Spettacolo inserito nel programma tematico AMAZZONIA

Prezzi: Fr. 30.- (categoria unica, posti non numerati)
Acquista i biglietti

La diga di Belo Monte è un complesso idroelettrico che blocca il corso del fiume Xingu, nella foresta amazzonica brasiliana. L’opera mette a rischio la biodiversità e la vita degli abitanti, la cui sopravvivenza dipende dalla relazione con la terra e il fiume. Fondendo tecnologia contemporanea con i saperi delle culture autoctone la performance “Altamira 2042” di Gabriela Carneiro Da Cunha dà vita a una polifonia di esseri viventi, lingue, suoni e rumori che portano all’attenzione del pubblico voci costrette al silenzio. Dispositivi tecnico-sciamanici amplificano voci umane e non umane, mentre la performer orchestra, insieme agli spettatori, i diversi movimenti dell’opera. La diga di Belo Monte diventa così, da semplice costruzione, il mito del nemico. Gabriela Carneiro da Cunha è attrice, regista e ricercatrice. Da sette anni porta avanti un progetto dedicato all’ascolto e all’amplificazione delle testimonianze provenienti dai fiumi brasiliani. “Altamira 2042” è il secondo atto che segue una prima performance sulle proteste della popolazione del fiume Araguaia.