“Dania”, un’opera per il Sociale

“Dania”, un’opera per il Sociale
Giov, 09/11/2017 - 20:45

L’audace allestimento realizzato da Luigi Tosi nel 1930

con:
Felicity Brunner studiosa dell’opera “Dania”
Luca De Grazia pianoforte
Elena Spoerl lettrice

La serata è anche un’introduzione al concerto del 10 novembre
Ingresso libero

Il maestro Luigi Tosi, direttore della Civica Filarmonica di Bellinzona dal 1919 al 1956, riuscì a guidare i complessi musicali locali di dilettanti in impegnativi allestimenti operistici al Teatro Sociale, come la “Bohème”, “La Favorita”, “Cavalleria Rusticana”, “Pagliacci”, “Tosca” e il “Faust”. Nel 1930 però Tosi con la librettista Elena Bonzanigo si buttò in un’impresa decisamente audace: scrivere, produrre e mettere in scena un’opera originale. Per quattro volte al Teatro Sociale fu così rappresentata “Dania”, esempio più unico che raro di creazione di un’opera in Ticino. “Dania” ebbe un buon riscontro di pubblico e di critica malgrado qualche aspetto delicato dal punto di vista politico. Durante la serata, che introdurrà anche il concerto del 10 novembre, sarà presentata con esempi musicali la “Dania” e verrà ripercorsa la poliedrica figura di Luigi Tosi, alternando brani musicali alla lettura di note biografiche, estratti di corrispondenza con Mascagni, Puccini e Massenet e stralci dai diari di guerra.