GLI SPETTACOLI IN ABBONAMENTO DELLA RASSEGNA "CHI È DI SCENA"

Il Teatro Sociale Bellinzona annuncia i 7 spettacoli in abbonamento della rassegna di prosa "Chi è di scena" per la stagione 2018-19. In calendario da novembre a maggio, essi comprendono pure lo spettacolo "Tell" di Flavio Stroppini e Monica De Benedictis, la nuova produzione del Teatro Sociale Bellinzona. Sul palco del Sociale il nostro pubblico potrà applaudire dei grandissimi interpreti quali Debora Caprioglio, Corrado Tedeschi, Elena Bucci, Sergio Rubini, Luigi Lo Cascio, Tindaro Granata, Giuseppe Cederna, Umberto Orsini, Valentina Sperlì, Flavio Sala e molti altri. Da subito è possibile rinnovare il proprio abbonamento o sottoscrivere un nuovo abbonamento rivolgendosi all'Ufficio turistico di Bellinzona, palazzo municipale, tel. 091 825 21 31. I prezzi degli abbonamenti si trovano qui. Di seguito gli spettacoli in programma nella stagione 2018-19 di "Chi è di scena":

Giovedì 15 e venerdì 16 novembre 2018
NOTTE DI FOLLIA

di Josiane Balasko
con Debora Caprioglio, Corrado Tedeschi e Roberto Serpi
regia Antonio Zavatteri
produzione I due della città del sole e La Contrada Teatro Stabile di Trieste
Un incontro inatteso al bar della stazione. Jacques, noto conduttore televisivo, beve per dimenticare e, brillo, sotto gli occhi di un barista irriverente e dalla battuta pronta, importuna una cliente. Lei, da poco uscita di prigione, non si lascia mettere i piedi in testa e anzi risponde per le rime. Due persone agli antipodi, sole e accomunate dallo stesso segreto, iniziano un dialogo divertente e serrato finché, man mano che la notte si fa più assurda, emerge il vero malessere che pervade e unisce queste due singolari anime.

Venerdì 14 e sabato 15 dicembre 2018
L’ANIMA BUONA DEL SEZUAN

di Bertolt Brecht
progetto, elaborazione drammaturgica e interpretazione Elena Bucci, Marco Sgrosso e con altri attori in via di definizione
una coproduzione CTB Centro Teatrale Bresciano e ERT Emilia Romagna Teatro in collaborazione con Le belle bandiere
Una parabola antica e attuale, una favola divertente e amara, irta di domande intorno al sentimento del bene e del male, in cui Brecht trasforma in epica e poesia i grandi movimenti della storia, della politica, dell’etica. Dominano in apertura e in chiusura le figure dei tre Dei, in giro per il mondo a cercare anime buone. Tre ridicole figure pasticcione, che in conclusione, dopo il disordine causato dal loro intervento, compiono una rapida e indifferente ritirata verso l’alto. In un linguaggio sospeso tra canto, recitazione e musica.

Martedì 22 e mercoledì 23 gennaio 2019
DELITTO/CASTIGO

da Fedor Dostoevskij
adattamento teatrale di Sergio Rubini e Carla Cavalluzzi
con Luigi Lo Cascio, Sergio Rubini, Francesco Bonomo e Francesca Pasquini
regia Sergio Rubini
produzione Nuovo Teatro in coproduzione con Fondazione Teatro della Toscana
Vertigine e disagio accompagnano il lettore di “Delitto e Castigo” di Dostoevskij. Ed è proprio questa natura bitonale di “Delitto e Castig”o a suggerire la possibilità di portarlo in scena attraverso una lettura a due voci. Sergio Rubini e Luigi Lo Cascio sono le due voci dell'opera e con la loro straordinaria classe trascinano il pubblico nel racconto, facendo vivere in prima persona l'ossessione del protagonista.

Venerdì 8 e sabato 9 febbraio 2019
LA BISBETICA DOMATA

di William Shakespeare
con Tindaro Granata, Angelo Di Genio, Christian La Rosa, Igor Horvat, Rocco Schira, Max Zampetti, Walter Rizzuto e Ugo Fiore
regia Andrea Chiodi
produzione LuganoInScena e Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano
La bisbetica domata è una delle prime commedie di Shakespeare, la più contorta forse, la più discussa. Una commedia che suo malgrado ci fa ridere perché piena di atrocità e di strani rapporti, dove l’amore non è amore ma interesse, dove la finzione è uno dei primi ingredienti; insomma una sfida complessa che ci ha portato la Compagnia a scegliere il gioco Elisabettiano del travestimento, perché in fondo i rapporti sono così falsati, cosi poco naturali che solo una stranezza quasi animalesca poteva rendere bene l’idea di cuori “selvatici”, appunto da addomesticare.

Giovedì 14 e venerdì 15 marzo 2019
TARTUFO

di Molière
con Giuseppe Cederna, Valentina Sperlì, Roberto Valerio, Massimo Grigò, Roberta Rosignoli e altri interpreti in via di definizione
regia Roberto Valerio
produzione Associazione Teatrale Pistoiese Centro di Produzione Teatrale
La trama del celebre capolavoro è semplice: il protagonista, emblema dell'ipocrisia, indossa la maschera della devozione religiosa e della benevolenza per raggirare e tradire il suo sprovveduto e ingenuo benefattore Orgone. Una commedia molto divertente, che saprà unire la satira corrosiva alla profonda riflessione sull'animo umano e sui valori sociali.

Venerdì 5 e sabato 6 aprile 2019
IL COSTRUTTORE SOLNESS

di Henrik Ibsen
con Umberto Orsini, Lucia Lavia e altri 5 interpreti in via di definizione
regia Alessandro Serra
produzione Compagnia Orsini e Teatro Stabile dell’Umbria
È la storia di tanti assassinii. Giovani che uccidono i vecchi spingendoli ad essere giovani e vecchi che uccidono se stessi nel tentativo di raggiungere l’impossibile ardore giovanile. Una storia segnata da una grande carica erotica e da uno spregiudicato esercizio del potere. Il grande attore Umberto Orsini interpreterà il ruolo di Solness.

Giovedì 2, venerdì 3, sabato 4, giovedì 9 e venerdì 10 maggio 2019
TELL

di Flavio Stroppini e Monica De Benedictis
con Igor Horvat, Silvia Pietta, Massimiliano Zampetti, Matteo Carassini e Flavio Sala regia Flavio Stroppini e Monica De Benedictis
produzione Teatro Sociale Bellinzona – Bellinzona Teatro in coproduzione con Nucleo Meccanico
Le ossa di Guglielmo Tell sono state ritrovate. Appena finite le celebrazioni però sono scomparse. All’aeroporto internazionale Wilhelm Tell tre persone sono recluse in una stanza. Stanno per essere interrogate. Qualche ora prima, mentre trasportava le valigie nella stiva di un aeroplano diretto a Istanbul, un camioncino si è rovesciato. Tre valigie si sono aperte; a terra delle ossa. Uno dei tre sospettati le stava trasportando. Chi sarà? Inviata a scoprire il tutto un commissario donna, a pochi giorni dal parto. Come se non bastasse, assieme alle ossa sono stati trovati 50 passaporti svizzeri con nomi arabi e dei piani con la scritta CERN. Risulta presto evidente che tutti quanti hanno qualcosa da nascondere e che nessuno in realtà è quello che appare.